fbpx

I ricercatori scoprono due nuove specie di tartufi commestibili

Un gruppo di ricercatori guidato dagli scienziati dell’Università della Florida hanno scoperto due nuove specie di tartufi “commestibili” che crescono nelle radici degli alberi di pecan negli Stati Uniti.

Questi nuovo tipi di tartufo di pecan appena scoperti  sono stati denominati Tuber brennemanii e Tuber floridaum – sono comuni nella regione della Costa del Golfo, in particolare nei frutteti di noci pecan in Georgia e in Florida.

I frutteti con un’alta densità di tartufi potrebbero aumentare il profitto degli agricoltori fino al 20% per ettaro.

Il tuber brennamanni è anche comune negli stati del Midwest superiore come il Minnesota e l’Iowa. Il tuber floridaum è stato anche raccolto da un frutteto di noci pecan in Brasile ed è stato probabilmente introdotto tramite le radici delle piantine di pecan.

Queste due nuove specie di tartufi  commestibili appartengono allo stesso genere dei più pregiati apprezzati dagli chef di tutto il mondo ma ,il loro odore sgradevole e le piccole dimensioni (circa 2,5 cm ), probabilmente scoraggeranno le persone dal mangiarli.

Tuber brennemanii e Tuber floridaum fino ad oggi sono passati inosservati perché gli animali  come scoiattoli, cinghiali e altri piccoli mammiferi  li stavano mangiando.

Immagini di :
Rosanne Healy
Marcelo Sulzbacher

“Stiamo ricercando un altro, più comune tartufo di pecan, tuber lyonii , potenzialmente un importante raccolto economico in Florida“, ha detto Arthur Grupe , uno studente di dottorato nel Dipartimento di Patologia vegetale presso l’Università della Florida.

“Anche se queste due nuove specie di tartufo potrebbero non avere le qualità appetitose delle specie di tartufo più comunemente conosciute, la nostra scoperta è importante e sottolinea il significato della conservazione, specialmente negli habitat forestali”, ha detto il dott. Smith.

Il team ha in programma di studiare le nuove specie per saperne di più sulla loro relazione con i tartufi di pecan e su come competono con le altre specie di tartufo per le risorse.

Potrebbe anche interessarti More From Author